11 motivi per cui mi alleno senza maglietta

0
752
photo courtesy of CrossFit Inc & The CrossFit Games

Vuoi toglierti la maglietta durante il WOD e sei alla ricerca di valide scuse per farlo? Leggi questo articolo e scoprirai che ogni scusa è buona per allenarti a petto nudo.

1. la maglietta mi strozza durante i WOD

Quando sto snecchando nel bel mezzo di un WOD l’ultima cosa che voglio è sentire la mia maglietta in Tri-Blend che mi faccia da cappio e mi porti all’asfissia. A dire il vero, mi piace respirare, anche io preferisco allenarmi intensamente con la massima quantità di ossigeno che scorre nel mio cervello. Gettare via la maglia mi fa sentire come se liberassi dal traffico l’autostrada della mia trachea, e respiro più facilmente.

2.  Ti obbliga a spingere di più

Quando ti levi la maglietta al box, inevitabilmente attirerai gli sguardi, indipendentemente dalla ragione, gli occhi saranno puntati su di te, e questo ti costringe a spingere forte il WOD.

Mentre molti lottano con se stessi per motivarsi e sentirsi abbastanza gasati per dare il loro meglio durante l’allenamento quotidiano, all’individuo senza maglietta questa lotta non interessa. Il più mediocre sforzo di un individuo senza maglietta assomiglia all’assalto in Normandia di un individuo con la maglietta. Ci fa sembrare immediatamente implacabili, appassionati e arroganti.

In poche parole, quando lanciamo la maglietta a terra è come se lanciassimo il nostro guanto di sfida. Inizia la partita, è tempo di PR. E’ come se avessi appena fatto un annuncio di servizio dicendo che andrai ad affrontare il WOD al massimo delle tue forze, fino a svenire. “Astanti tenetevi pronti, questo ragazzo sta per andare Unbroken”

3. Sono un devoto praticante della meditazione senza maglietta

Come leader non ufficiale della religione neo trascendente di meditazione senza maglietta, trovo sia mio dovere quotidiano ricordare a tutti i fedeli quanto sia liberatorio e sacro favorire la giusta traspirazione alla vostra pelle durante la pratica profonda della meditazione. La maglietta in ogni caso rappresenta una barriera tra la nostra anima e l’immensità. Semplicemente rimuovendo la tua maglietta è come se istantaneamente salissi di qualche gradino verso il Nirvana.

4.  Mi aiuta a mettere paura al bilanciere.

Un bilanciere carico può mettere soggezione. Caricare 120Kg di acciaio può mettere una certa ansia e può farvi iniziare a fare pensieri poco incoraggianti. Togliendoti la maglietta è come se mandassi un messaggio al bilanciere, dicendogli che non ti farai intimidire. Ci sono alcune persone che non si preoccupano di un bilanciere carico, io ti assicuro che queste persone la pensano così perché non hanno mai avuto a che fare con un Clean&Jerk talmente pesante da schiacciarti lo spirito, o con un bilanciere che ti sta atterrando perpendicolarmente sulla trachea…infatti probabilmente non hanno mai fatto un clean & jerk e potrebbero non aver mai visto un bilanciere. Ma non stiamo parlando di loro, adesso si parla del bilanciere, quindi togliti la maglietta è fagli sapere che è lui a dover aver paura di te.

5. Mi fa sentire giovane.

Sono nato nudo e libero. E ogni minuto passato nella mia vita, la società mi ha imposto di vestirmi, annichilendo il mio spirito infantile, smorzando la naturale gioia di far respirare la mia pelle.  Togliere la mia maglietta mi riconnette immediatamente al bambino dentro di me che con i suoi superpoteri dai colori arcobaleno mi da la forza per dominare i workout. E’ come quelle pubblicità di quelle creme miracolose che ti promettono di ringiovanire 10 anni con 3 applicazioni, toglierti la maglietta immediatamente libera la tua mente almeno di 20 anni.

1
2
Previous articleReebok Spartan Race – Pronti alla conquista di Orte per il secondo anno?
Next article9 Personaggi che troverai in ogni box CrossFit. Tu quale sei?
Da sempre consulente informatico e appassionato praticante di sport. Nuoto a livello agonistico per tutta l'adolescenza, e mi dedico anche all'insegnamento, parallelamente mi dedico anche al Tennis al Calcio e al Body Building, Rugby e Arti Marziali. Incontro nel 2011 il CrossFit e ne sono subito rapito. Nel 2012 corono il sogno di diventare Co-Owner di una centro sportivo, la Golden Dragon Gym a Roma...da li il passo naturale ci porta ad aprire all'interno del nostro centro, CrossFit 753ac uno dei primi box ufficiali affiliati a Roma, Nasce insieme a Lacee Kovacs la programmazione KTS di cui ne seguo ogni aspetto commerciale. In quegli anni maturo l'idea di unire la mia conoscenza informatica alla passione per lo sport ed in particolare il CrossFit. Da questa unione dopo un anno di studio e lavoro nel Luglio 2015 nasce WodNews.it il primo magazine on line in lingua italiana interamente dedicato al CrossFit.