Gare CrossFit – Al WET va in scena la community!

0
167

Oggi abbiamo il piacere di ospitare un articolo scritto da Eliana Rodriquez, che per un giorno ha deciso di giocare con noi svestendosi dei panni di Fitness and Training Manager di Reebok Italy e indossando quelli dell’inviata per WodNews… E lo ha fatto con ottimi risultati. Ecco qui il suo bellissimo articolo! Grazie Eliana!

WINTER ENDURANCE THROWDOWN sposored by Reebok: va in scena la Community.

Nel proliferare delle gare CrossFit in Italia ma non solo, mi sono chiesta cosa renda diversa un challenge da un altro. La location? I WOD? Gli atleti partecipanti e le loro performance?

Certamente tutti elementi importanti. Ma quello che rende veramente unica una gara è l’atmosfera che si respira sugli spalti e che arriva direttamente da chi anima il field. Una combinazione di spirito agonistico, voglia di battere i propri PR e desiderio di divertirsi.

Questo il magico mix che ha animato il WET Invitational, grande novità della seconda edizione del Winter Endurance Throwdown tenutosi lo scorso 19-20 Dicembre al PALACUS – Idroscalo di Milano.

Un challenge nel challenge che, traendo ispirazione dalla meccanica spettacolare dei ben popolari CrossFit Invitaional, ha messo a confronto due team – Green ed Red – guidati da due coach che rappresentano, anche, due dei programmi di preparazione per competitor più rilevanti in Italia: Matteo Fuzzi- owner di Reebok CrossFit Ravenna e titolare del programma di preparazione atletica R2F- ed Ernest Briganti- co-owner di Reebok CrossFit Officine e fondatore di BHTLab.

 

L’idea del WET Invitational è legata alla volontà di “fare del bene facendo sport” – ha dichiarato l’organizzatore della manifestazione Guido Dapporto. L’evento nasce, infatti, con l’obiettivo di raccogliere fondi per il progetto Adolescenti dell’Ospedale Mayer di Firenze, volto a migliorare il reparto dell’ospedale dedicato agli adolescenti attraverso la realizzazione di uno spazio dedicato alle attività di animazione, ricreazione, cultura e socializzazione (http://www.fondazionemeyer.it)

Proprio questo intento ha spinto 12 dei top athlete dell’ultima classifica dei Reebok CrossFit Games a confermare la loro presenza nel roster finale degli Invitational: Riccardo Donati, Stefano Migliorini, Antonio Milocco, Monica Marigliano, Marina Novelli, Matilde Orlandoni (Green Team), Francesco Ajello, Andrea Barbotti, Stefano Italiano, Martina Barbaro, Giorgia Donato e Manila Pennacchio (Red Team).

_MG_1815_MG_1811

 

C’è chi come Monica ha rinunciato ai Campionati Italiani Assoluti di pesistica “pur di essere presente e partecipare ad un evento nel quale si è data una possibilità ai master di gareggiare”. Oppure chi come Riccardo ha deciso di rimettersi subito in gioco dopo un recente infortunio al ginocchio.

Tutto questo per esserci, per ritrovarsi con quelli che sono amici, colleghi e – a volte- avversari sul campo con i quali si riesce difficilmente anche solo ad allenarsi per distanza geografica o per i mille impegni che la vita da atleta, coach o mamma impongono.  

Questo si avvertiva già sabato sera, quando atleti e coach si schierano davanti alla platea per definire tramite estrazione, come nella migliore tradizione dell’Hopper, i componenti delle squadre: saluti, sorrisi, strette di mano e battute si tessono in teatrini goliardici. C’è un clima di “casa”. C’è un clima da “Box”. Credo che chiunque sia entrato in un Box almeno una volta nella vita sappia di cosa sto parlando.

L’atmosfera persiste anche durante la giornata di gara di domenica scandita dai 4 WOD impegnativi in puro stile Games, realizzati da Federico Biasetti – co-owner di Reebok CrossFit Parma e CrossFit HQ Seminar Staff – che si è prestato a supportare l’iniziativa.

Ma la voglia di divertirsi va di pari passo al desiderio di dare il meglio di se sempre, come dimostrano la sfilza di snatch unbroken di Marina Novelli nel WOD 2 o i 142,5 kg di un “easy” C&J di Andrea Barbotti in uno dei parziali dell’ultimo WOD.

_MG_1952

Come spettatore, è strano e nello stesso tempo straordinario vedere atleti che solitamente performano nella categoria Individual all’interno dello stesso team. Ma non si avvertono forzature nell’alternarsi nei WOD o nel mettere alla prova le proprie weakness per aiutare i compagni, sebbene non ci sia stato tempo di testarsi come squadra.

Non sono mancate le difficoltà per gli altleti, oltre ad un WOD 1 dominato dall’assault bike che ha messo a dura prova gambe e fiato. La più grande- rilevata soprattutto da chi è seguito quotidianamente- è stata il cambio di coach. “Non è facile ascoltare un altro coach” dice Stefano Italiano “Con Matteo ormai basta uno sguardo per capire cosa penso, se sono in crisi ed un momento dopo c’è già la soluzione”. I due capisquadra, però, hanno affiancato, motivato e gestito i “nuovi” atleti senza riserbo mettendo al centro sempre lo spirito “social” di questo evento.

_MG_2160

_MG_2290

Alla fine la “cintura” del vincitore è andata al team Green. Ma poco importa.

Sicuramente non eravamo alla Caja Real di Madrid e non c’erano i Rich o le varie “…-dottir” ma quella che abbiamo visto è stata Community. Perché esiste. Davvero.

WOD1

Girls Go First

In 10’ complete 9 rounds as a team (3 each)

9 cal assault bike

9 chest to bar

Then AMRAP cal assault bike as a team

2’reset

Guys

In 10’ complete 9 rounds as a team (3 each)

12 cal assault bike

12 chest to bar

Then AMRAP cal assault bike as a team

Score: total cal from amraps

Winner: RED TEAM

 

WOD2

1m+1f for each team

In 2’

1m max cal row

1f max 40kg clean and jerks

1’ rest

In 2’

1f max cal row

1m max 60kg clean and jerks 

1m+1f for each team

In 2’30”

2m max cal row

2f max 40kg thrusters

1’ rest

In 2’30”

2m max cal row

2f max 60kg thrusters

1m+1f for each team

In 3’

3m max cal row

3f max 40kg snatch

1’ rest

In 3’

3f max cal row

3m max 60kg snatch

Score: cal+c&j+thrusters+snatchs

Winner: GREEN TEAM

 

WOD3

For time

3 males

300 DU

200 wall balls (ball never touch the floor, 30 burpees penality)

100 mt front rack launges 60kg

50 bar muscle ups

3 females

300 DU

200 wall balls (ball never touch the floor, 30 burpees penality)

100 mt front rack launges 40kg

50 bar muscle ups

Winner: RED TEAM

 

WOD4A

1m+1f

1RM X3’ Split Jark

Winner: GREEN TIME

WOD4B

2m+2f

For time

30 burpees over the wall

Winner: GREEN TIME

 

WOD4B

3m+3f

4x100mt HS Walks

Winner: GREEN TIME

Previous articleIdee regalo CrossFit – Come rendere felice un CrossFitter
Next articleWeightlifting – Le risposte a 10 domande che tutti si pongono
Da sempre consulente informatico e appassionato praticante di sport. Nuoto a livello agonistico per tutta l'adolescenza, e mi dedico anche all'insegnamento, parallelamente mi dedico anche al Tennis al Calcio e al Body Building, Rugby e Arti Marziali. Incontro nel 2011 il CrossFit e ne sono subito rapito. Nel 2012 corono il sogno di diventare Co-Owner di una centro sportivo, la Golden Dragon Gym a Roma...da li il passo naturale ci porta ad aprire all'interno del nostro centro, CrossFit 753ac uno dei primi box ufficiali affiliati a Roma, Nasce insieme a Lacee Kovacs la programmazione KTS di cui ne seguo ogni aspetto commerciale. In quegli anni maturo l'idea di unire la mia conoscenza informatica alla passione per lo sport ed in particolare il CrossFit. Da questa unione dopo un anno di studio e lavoro nel Luglio 2015 nasce WodNews.it il primo magazine on line in lingua italiana interamente dedicato al CrossFit.